Quali sono le differenze quando parliamo di studio dentistico e Ambulatorio Odontoiatrico?

Facciamo una dovuta premessa. All’uomo della strada, la persona comune distinguere fra Studio Dentistico e Ambulatorio Odontoiatrico sembrerebbe una cavillosità delle parole. In realtà non si tratta affatto di una sottigliezza delle parole. La differenza fra uno Studio Dentistico e Ambulatorio Odontoiatrico è sostanziale.

Prima di tutto va ribadito un concetto estremamente importante per la sicurezza del paziente ovvero che in Odontoiatria non esistono interventi a basso rischio infettivo. Quello che avviene in Studio Dentistico e Ambulatori odontoiatrici comporta gli stessi rischi rispetto alle sale operatorie a carattere ospedaliero.

Questo significa che il paziente odontoiatrico si deve aspettare lo stesso livello di sicurezza e di qualità nei trattamenti odontoiatrici ricevuti. In particolare per tutto quello che riguarda l’igienizzazione, la disinfezione e la sterilizzazione degli strumenti odontoiatrici.

L’aspetto organizzativo e strutturale delle strutture odontoiatriche

Un interessante ed esaustivo articolo di Odontiatria33 di cui vi condividiamo il link qui (Articolo di Odontoiatria33 ) afferma come “Sono ambulatori gli istituti aventi individualità e organizzazione propria ed autonoma e che, quindi, non costituiscono lo studio privato o personale in cui il medico esercita la professione. Essi presentano le stesse caratteristiche delle case ed istituti di cura che possono essere autorizzati anche a favore di chi non sia medico purché siano diretti da medici.”

La giurisprudenza afferma come l’elemento “organizzativo-strutturale” sia l’elemento primario e distintivo fra studi dentistici e ambulatori odontoiatrici.

Va detto inoltre che le strutture sanitarie a elevata complessità organizzativa (più di 5 riuniti, più di 3 professionisti odontoiatri operanti stabilmente nella struttura) deputate all’erogazione di prestazioni odontostomatologiche devono avere un direttore sanitario iscritto all’Albo degli Odontoiatri.

Cosa si deve aspettare il paziente quanto entra in uno studio dentistico?

Normalmente lo studio odontoiatrico è un tipo di struttura sanitaria a bassa organizzazione. Il professionista può svolgervi la sua attività professionale rispettando i requisiti minimi autorizzativi per l’apertura di una struttura odontoiatrica. In generale non ha un tipo di organizzazione complessa e spesso si occupa di tutte le prestazioni odontoiatriche dall’igiene dentale fino all’implantologia.

Solitamente è l’odontoiatra professionista a svolgere tutte le mansioni di gestione dello studio nei termini di ciò che è prescritto per queste piccole strutture di cura dentale.

Un esempio è quello dello studio dentistico in zona Centocelle (Alessandrino e Prenestino) del porf. Ruggero Ingletto nel quale è possibile ricevere cure odontoiatriche d’altissimo livello. Vi invitiamo a vedere il sito web: https://www.studio-odontoiatrico-centocelle.com/

Cosa si deve aspettare il paziente quanto entra in un ambulatorio odontoiatrico?

Solitamente un ambulatorio odontoiatrico, a Roma ce ne sono molti che svolgono discretamente il loro compito, hanno caratteristiche specifiche. Vediamo quali:

  • Dimensione e struttura: Uno studio odontoiatrico è solitamente di dimensioni più grandi e offre una gamma più ampia di servizi dentali. Può essere composto da più dentisti, igienisti dentali e personale di supporto, e può avere una struttura più complessa con diverse stanze per la cura dei pazienti. D’altra parte, un ambulatorio odontoiatrico può essere più piccolo e avere una struttura più semplice con meno personale.
  • Specializzazioni: Gli studi odontoiatrici possono offrire una vasta gamma di servizi specializzati, come ortodonzia, endodonzia, chirurgia orale e protesi dentarie. In un ambulatorio odontoiatrico, i servizi possono essere più limitati e concentrarsi principalmente sulla prevenzione e il trattamento di base delle malattie dentali.
  • Attrezzature e tecnologia: Gli studi odontoiatrici tendono ad essere ben attrezzati con tecnologie avanzate e attrezzature dentali all’avanguardia per fornire una vasta gamma di trattamenti dentali complessi. Gli ambulatori odontoiatrici possono avere attrezzature più semplici e meno tecnologia a disposizione.
  • Organizzazione: in generale, uno ambulatorio odontoiatrico è generalmente più grande e può avere un’organizzazione più complessa in quanto offre una vasta gamma di servizi dentali, avere più dentisti, igienisti dentali e personale di supporto, nonché attrezzature e tecnologie più avanzate.

È il caso questo dell’Ambulatorio Odontoiatrico Gallottini e Partners presso il quale lavorano in modo organizzato e coordinato un’équipe di professionisti in grado di fornire cure dentali di ogni tipo. Inoltre è specificità di questo gruppo di professionisti quello di essere riusciti a creare protocolli dedicati per cure dentali dei disabili e dei bambini molto piccoli. Vi invitiamo a leggere con attenzione le pagine informative del sito web ufficiale che offre il servizio: Dentista per Disabili Roma.

Quanto cosa andare dal dentista?

Ora è facile comprendere come in Italia sia particolarmente costoso andare dal dentista. A partire dalla realizzazione della struttura odontoiatrica passando per le pratiche autorizzative fino alla gestione continuativa di tutta la complessità della struttura odontoiatrica possiamo facilmente capire come tutto questo richieda la messa in campo di risorse lavorative ed economiche notevoli.

Esiste una polemica strisciante sul fatto che andare dal dentista costi molto e questo dipenda solo da fatto che i dentisti vogliono arricchirsi alle spalle dei pazienti. Una polemica davvero sterile e priva alcun senso di onestà intellettuale.
Gestire uno studio odontoiatrico è una missione estremamente complessa che richiede dedizione e una capacità gestionale d’altissimo livello.